NORMATIVE RELATIVE ALLA PROTEZIONE DEL viso e degli occhi

EN 166
Specifiche di costruzione e prestazionali dei proiettori dell'occhio
EN 169
Filtri per la saldatura e tecniche connesse
EN 170
Filtri ultravioletti
EN 171
Filtri infrarossi
EN 172
Filtri solari per uso industriale
EN 175
Equipaggiamento di protezione degli occhi e del viso
durante la saldatura e i procedimenti connessi
EN 379
Filtri automatici per saldatura
EN 1731
Protettore degli occhi e del viso a rete

Marcatura sulla montatura

Tipo di filtro

Nessun numero=Saldatura

2 Ultravioletti (la percezione del colore può essere alterata)

2C Ultravioletti (la percezione del colore non viene alterata)

3 Ultravioletti (buon riconoscimento del colore)

4 Infrarosso

5 Solare

6 Solare+infrarosso

CLASSE OTTICA

Rappresenta il potere rifrattivo, cioè di deformare l'immagine dovuto alle tolleranze di produzione. Sono definite 3 classi, da 1 a 3 con deviazioni crescente. La classe 3 può essere usata solo per brevi periodi.

Caratteristiche applicabili per tipologia di proiettore

Resistenza meccanica

Montatura

Lente

Occhiali a stanghetta

Occhiali a mascherina

Visiere

  • Robustezza minima (nessun simbolo in marcatura)

  • -

  • -

simboli
simboli
simboli

  • S-Robustezza incrementata

  • S

  • F

simboli
simboli
simboli

  • F-Impatto a bassa energia

  • F

  • F

simboli
simboli
simboli

  • B-Impatto a media energia

  • B

  • B

simboli
simboli

  • A-Impatto ad alta energia

  • A

  • A

simboli

Campo di impiego

  • Impiego di base (nessun simbolo in marcatura)

  • -

  • -

simboli
simboli
simboli

  • 3- Spruzzi liquidi

  • 3

  • 3-Goccioline

  • 3

  • 4-Particelle polvere grossolane

  • 4

  • 5-Gas e polvere fine

  • 5

  • 8-Arco elettrico (corto circuito)

  • 8

  • 8

  • 9-Metalli fusi e solidi caldi

  • 9

  • 9

  • T-Particelle ad alta velocità e temperature estreme*

  • T

  • T

  • W-Stabilità dimensionale all'immersione in acqua

  • W

Requisiti opzionali

  • K-Antigraffio

  • K

  • N-Antiappannamento

  • N

  • R-Riflettenza incrementata nell'infrarosso

  • R

  • O-Oculare originale

  • O

  • Oculare sostituitivo

Applicabile ai proiettori normali

Applicabile ai proiettori per saldatura

Applicabile ai proiettori a rete

* il simbolo T è utilizzato insieme a F, B o A per indicare che il proiettore dell'occhio è conforme alla classificazione di restistenza alle particelle ad alta velocità o temperature esterme.

Filtri per saldatura

GraduazioneMarcaturaEsempio
Singolaun numero EN 169
9
Doppiaun numero, rispettivamente stato chiaro e stato scuro, separati dal simbolo <<+>> EN 379
9+11
VariabileDue numeri, rispettivamente stato chiaro e stato scuro, separati dal simbolo <</>>. Se la gradazione scura non è regolabile manualmente, sono indicati valori di scala conseguibili separati da <<->>. EN 379
9/11-13

Utilizzo raccomandato per i diversi tipi di filtri per saldatura ad arco

Tecnica di saldatura
891011121314
Elettrodi rivestiti
1,5-6060-100100-150150-200200-300300-450450-600
MAG1,5-7070-100100-150150-225225-400400-600
TIG10-3030-7070-125125-200200-300300-350
MIG con metalli pesanti70-125125-175175-250250-350350-450450-500
MIG con leghe leggere125-175175-225225-300300-400400-500
Taglio aria-arco1,5-175175-200200-250250-350350-450
Taglio al plasma100-125125-150150-175175-250250-400
Arco al microplasma
60-100100-125125-175150-225225-325

* i numeri riportati in tabella sono espressi in Ampere.

GraduazioneSaldatura a gas e saldobrasatura
Ossitaglio
4q<70
570<q<200900<q<2000
6200<q<8002000<q<4000
7>8004000<q<8000
q = portata di acetilene inl/hqq = portata di ossigeno in l/hq